Acidità di stomaco,
gastrite, ulcera
La gastrite è un'infiammazione della mucosa che riveste lo stomaco. Può manifestarsi con un attacco improvviso (gastrite acuta) o svilupparsi gradualmente in un lungo periodo di tempo (gastrite cronica). I sintomi sono: senso di fastidio alla parte superiore dell'addome, che spesso si aggrava dopo aver mangiato, nausea, vomito.
Il classico bruciore di stomaco che inizia circa un'ora dopo il pasto può essere provocato da difficoltà digestive dovute a cibi troppo abbondanti, troppo grassi o piccanti, all'alcol o anche all'uso di farmaci lesivi della mucosa gastrica.
Una ricorrente sensazione bruciore dietro lo sterno può essere provocata dal malfunzionamento del muscolo circolare che chiude lo stomaco verso l'alto, impedendo così la risalita verso l'esofago del cibo in corso di digestione, impregnato di succhi gastrici (reflusso gastro-esofageo). L'acido cloridrico viene prodotto dallo stomaco per i normali processi digestivi, ma quando risale trova mucose diverse da quelle dello stomaco e non protette dalla sua azione corrosiva. Ecco allora il dolore, spesso nel corso della notte.
L'ulcera è una erosione del rivestimento interno che può formarsi nell'esofago, nello stomaco o nel duodeno. Un sintomo tipico è un dolore profondo all'addome a stomaco vuoto, alleviato dall'ingestione di cibo.
© Tutti i diritti riservati.