Parassiti intestinali
Verdura e frutta non ben lavata, carni e pesci malcotti e il contatto con la terra possono portare nell'intestino minuscole larve di parassiti che poi si sviluppano e si moltiplicano. Possono non dare alcun disturbo oppure provocare problemi intestinali, nausea, vomito. Tra i più comuni, gli ascaridi, gli ossiuri e la tenia.
Ascaridi e ossiuri.
L'ascaride lombricoide è un verme di forma cilindrica, allungata ed è il comune verme parassita dei bambini.
L'ossiuro è un verme parassita filiforme che si annida nell'intestino tenue e nell'intestino crasso, da dove poi si sposta verso il retto causando il caratteristico prurito anale.
Infuso
Berne una tazza al mattino e una alla sera.
Corallina grigia alga t.t. g. 50
Tarassaco radice t.t. g. 20
Ribes nero foglie t.t. g. 15
Biancospino fiori mondi g. 15
Ribes nero
Tenia
Più nota come verme solitario, la tenia è un verme parassita dall'aspetto nastriforme che si annida nell'intestino.
Zucca
Per gli adulti: alla sera bere solo latte.
La mattina masticare g 100 di semi di zucca
decorticati.
Dopo 4-5 ore bere una tazza
della seguente tisana.
Per i bambini: ridurre la dose dei semi
e della tisana in proporzione al peso.
Infuso
Frangula corteccia t.t. g. 20
Rabarbaro Cina rotondo t.t. g. 20
Menta piperita foglie monde g. 20
Elicriso fiori t.t. g. 20
Arancio amaro scorze t.t. g. 20
© Tutti i diritti riservati.