Reumatismi
Le malattie reumatiche nascono da alterazioni del tessuto connettivo, cioè quello che lega tra loro gli altri tessuti dell'organismo. Possono quindi colpire ogni organo del corpo, ma i più bersagliati sono i muscoli e lo scheletro; infatti con la parola "reumatismo" si intendono abitualmente i malanni che provocano dolore e rigidità dei muscoli e delle articolazioni. Le malattie reumatiche sono così frequenti da essere la patologia cronica più diffusa.
Infuso.
Berne una tazza al mattino e una tazza alla sera,
Artiglio del diavolo radice t.t. g. 40
Spirea ulmaria sommità t.t. g. 30
Frassino foglie t.t. g. 30
Artiglio del diavolo
Spirea ulmaria
Se è necessaria anche una
azione decontratturante:
Infuso.
Berne una o più tazze al giorno,
secondo necessità.
Spirea ulmaria sommità t.t. g. 60
Passiflora incarnata foglie t.t. g. 40
Come disintossicante (non nella fase acuta):
Infuso.
Berne una tazza al mattino e una alla sera.
Vergerette del Canada sommità t.t. g. 40
Ononide radice t.t. g. 40
Frassino foglie t.t. g. 20
Ononide
Rosmarino
Bagno terapeutico.
Spirea ulmaria sommità t.t. g. 150
Rosmarino foglie t.t. g. 150
Sale integrale g. 500
Preparare l'infusione con tutta la miscela e
4-5 litri di acqua bollente, poi unirla a quella
della vasca aggiungendo anche il sale.
La temperatura non deve superare i 37°.
E' sufficiente immergersi per venti minuti.
Al termine del bagno, asciugarsi molto
bene e evitare di prendere freddo e aria.
Per massaggiare le articolazioni colpite:
Olio antidolore
Olio essenziale di melissa g. 4
Olio essenziale di ginepro g. 3
Olio essenziale di zenzero g. 3
Olio di mandorle dolci g. 90
Zenzero
Frassino
Cataplasmi di argilla.
Argilla verde
Infuso di Artiglio del diavolo, Spirea
e Frassino (il primo indicato)
da mescolare all'argilla invece dell'acqua.
Attenzione: la quantità di argilla dipende dalla superficie della parte da trattare.
Alimentazione
SI
Tanta frutta e tanta verdura, soprattutto fresca. Sono ricchi di sostanze antinfiammatorie i cereali integrali, la frutta di colore giallo o arancione, i broccoli, gli spinaci, i finocchi, il latte e i suoi derivati, il tuorlo d'uovo, la lattuga, gli agrumi e i kiwi. È utile anche mangiare pesce almeno tre volte alla settimana, specie sgombri, aringhe, sarde, sardine, tonno, orate, anguille, salmone.
NO
Evitate di mangiare troppi cibi ricchi di proteine e grassi animali, ma soprattutto di mangiare troppo. Il sovrappeso e l'obesità portano infatti a sovraccaricare le articolazioni.
© Tutti i diritti riservati.