Sovrappeso
Dieta vuol dire "modo di vivere, cioè l'insieme delle norme di vita (alimentazione, attività fisica, riposo) atte a mantenere lo stato di salute". Quindi, per perdere peso non solo bisogna modificare e/o ridurre la propria alimentazione ma adottare norme di vita igieniche e regolari.
Innanzitutto bisogna distinguere tra sovrappeso e obesità. Il primo è l'eccesso di peso superiore alla norma del 10-20%, la seconda oltre il 20%. Naturalmente, ci occuperemo del sovrappeso perché l'obesità è di stretta pertinenza medica. Ma quale è il peso normale? La tabella qui indicata insegna come verificarlo.

Cliccate sull'immagine e stampate la tabella.

Un eccesso di peso, qualora non sia dovuto ad uno stato morboso particolare per il quale solo un'attenta terapia medica è risolutiva, implica comunque un rallentamento del metabolismo e, di conseguenza, un accumulo di sostanze tossiche. Queste divengono a loro volta causa di disturbi vari e spesso di ulteriore aumento di peso perché costituiscono un aggravio metabolico notevole.

Ginepro
Garofano
La dieta.

Per prima cosa, con l'aiuto del vostro medico, accertate che le condizioni di salute siano buone, dopo di che seguite un'alimentazione secondo una tabella calorica adatta al vostro organismo ed alle vostre aspettative.
Date queste premesse, una dieta che sia nel contempo utile e ben sopportata deve avere due aspetti fondamentali:

Primo deve essere variata ed iperenergetica, ossia fornire all'organismo l'energia necessaria a ripristinare i giusti processi metabolici e a bruciare il grasso in eccesso.
Secondo non deve mancare di nessuno dei componenti fondamentali della nutrizione.
Rosmarino
Zenzero

Quindi

molte proteine nobili (ossia ad alto valore biologico)

molta frutta e verdura che assicurino il necessario apporto di minerali e vitamine

pochi grassi animali ma con il giusto contenuto di grassi insaturi

una quantità di carboidrati attentamente controllata.

Per saperne di più sugli alimenti:
F. Fidanza - Tabelle di composizione degli alimenti.
Edizioni Idelson

Piccole astuzie:
SI usate un contenitore per l'olio con il beccuccio molto piccolo affinchè l'olio scenda in minore quantità.
SI se è concesso un mezzo bicchiere di vino, usate un bicchiere alto e stretto.
SI rompete lo spazio tra un pasto e l'altro masticando semi di zucca che tra l'altro favoriscono il transito intestinale.
SI mangiate lentamente, a piccoli bocconi e masticate bene.
SI Per cucinare i cibi usate piante condimentarie che danno sapore, molte spezie ed il vino perché cuocendo evapora.
Erbe aromatiche e spezie
Aceto Curry Peperoncino
Agro di Mele Erba Cipollina Pepe Verde
Aglio Estragone Pepe Rosa
Alloro Finocchio Mélange di pepe
Aneto Garofano Prezzemolo
Anice Verde Ginepro Rafano = Creen
Basilico Yogurt magro Rosmarino
Cannella Limone Salvia
Capperi Macis Santoreggia
Cardamomo Maggiorana Scalogno
Cerfoglio Menta Timo
Cipolla Noce Moscata Vino
Coriandolo Origano Zafferano
Cumino Pepe Zenzero
Curcuma Pepe di Cayenna

Condimenti Aromatizzanti:

Condimento per insalate:
Succo di limone-Yogurt- Sale integrale-Agro di mele

Condimento per verdure cotte:
Aceto-Erba cipollina o pezzemolo-Senape

Salsa per il pesce all'agro di mele:
Senape-Agro di mele-Capperi-Prezzemolo-Peperoncino-Sedano

Salsa per le carni di limone e peperoncino:
Senape-Limone-Peperoncino-Prezzemolo-Scalogno-Orîgano

Salvia
Da evitare:
NO saltare i pasti.
NO

un giorno di digiuno se non accompagnato da un adeguato riposo.

NO i cibi senza gusto, insipidi: rischiereste una cattiva digestione.
NO pesarsi di continuo ma solo una volta alla settimana, la mattina a digiuno dopo aver evacquato ed aver urinato.
Elicriso

E le piante medicinali che ruolo possono avere?

Semplicemente di supporto perché non esistono piante medicinali dimagranti. Ognuno ha la propria costituzione e i propri punti deboli che si manifestano con disturbi più o meno ricorrenti di natura funzionale. Bisogna controllare questi disturbi al fine di far funzionare al meglio il metabolismo e ridurre al minimo le scorie. Le piante medicinali sono l'ideale. Nel sito sono indicati i rimedi per oltre cento patologie. Sceglieteli quelli adatti e usateli con continuità, accompagnati da moto ed esercizio fisico ma "cum grano salis".

Betulla

Cos'è l'indice glicemico
e come può essere di aiuto

L'indice glicemico, che viene indicato con la sigla I.G. , misura l'effetto che un alimento ha sul glucosio contenuto nel sangue (glicemia). Si applica solo agli alimenti contenenti carboidrati. Tra questi, quelli che non vengono scissi rapidamente durante i processi digestivi, hanno un alto I.G., al contrario gli alimenti che vengono scissi lentamente hanno un basso I.G. Una digestione più lenta aiuta a mantenere più a lungo il senso di sazietà facilitando così il dimagrimento. Qui di seguito una tabella dell'indice glicemico di alcuni alimenti.

Indice glicemico
Glucosio
110
Spaghetti
50
Carote
92
Avena
49
Miele
87
Arancio
40
Corn flakes
80
Mela
39
Pane integrale
72
Pomodoro
38
Riso bianco
72
Ceci
36
Pane bianco
69
Yogurt
36
Farina di grano
67
Latte intero
34
Riso integrale
66
Pera
34
Uva
64
Latte scremato
32
Barbabietole
64
Fagioli
29
Banane
62
Lenticchie
29
Mais
59
Pompelmo
26
Piselli
51
Prugne
25
Patatine
51
Ciliege
23

Per saperne di più:

Miller-Powel-Colagiuri: "La rivoluzione del glucosio" - Fabbri Editore

Il cromo è un valido aiuto per dimagrire.
La carne ed i cereali sono la migliore fonte di cromo. Studi recenti hanno inoltre rilevato che la cannella unita al cromo, controllando il metabolismo degli zuccheri, evita il sovrappeso.

Coda cavallina

Per proteggere viso e corpo:

Echinacea radice estratto liposolubile  ml. 5

Coda cavallina fusti sterili estratto liposolubile ml. 3

Amamelide foglie estratto liposolubile ml. 2

Macadamia olio ml. 40

Enothera olio ml. 50

Macadamia integrifoglia
© Tutti i diritti riservati.